Green

15 agosto 2018Enrico Albertini

Nasce a Merano la nuova tecnologia per gestire i parchi urbani

IoT e telerilevamenti tridimensionali: un progetto internazionale dal cuore altoatesino per la gestione intelligente del verde pubblico

Non poteva che avere il cuore in Alto Adige, in fondo, il progetto innovativo che punta a monitorare e gestire al meglio i parchi urbani. Da un territorio dove il verde occupa quasi i quattro quinti della superficie fino a Rimini e Cracovia, le città che sperimenteranno la tecnologia del progetto internazionale «Urban Green» che mira a migliorare la gestione del verde pubblico e, di conseguenza, a massimizzare i benefici per l’ambiente e la salute. Capofila è l’impresa meranese R3 GIS. Creeremo una piattaforma tecnologica innovativa che ci permetterà, innanzitutto, di quantificare e valutare l’importanza del verde per l’ecosistema urbano», spiega Paolo Viskanic, direttore di R3 GIS. «A fine progetto avremo a disposizione un sistema per la gestione intelligente dell’acqua, e disporremo di nuovi strumenti per la manutenzione più efficiente dei parchi pubblici». La piattaforma sarà sperimentata per tre anni a Rimini e Cracovia ed i risultati ottenuti saranno costantemente confrontati con quelli del management ambientale tradizionale praticato da molte giardinerie comunali. Le tecnologie integrate nella piattaforma saranno, oltre ai servizi informativi geografici (GIS), il telerilevamento bidimensionale e tridimensionale, l'internet delle cose (IoT) e i dati meteorologici.

Il progetto «UrbanGreen» ha un costo complessivo di 2,5 milioni di euro, coperto per il 60% dall’Unione europea con i fondi del programma LIFE, e vede R3 GIS nel ruolo di capofila. Numerosi i partner coinvolti, tra cui varie università (Firenze, Milano e Taipei), l’azienda municipalizzata di Rimini e le amministrazioni comunali di Cracovia e di Taipei. Il kick-off meeting si è svolto a Bolzano, presso il NOI Techpark di Bolzano. «In Europa – sottolinea Viskanic – le persone che vivono in città sono grosso modo quattro su cinque. La qualità della vita di queste popolazioni dipende in grande misura dalla qualità del verde urbano che le circonda. Il nostro obiettivo è quello di permettere alle amministrazioni comunali di gestire il verde urbano in modo efficiente, ad esempio irrigandolo solo quando serve oppure intervenendo tempestivamente sulle malattie. Naturalmente, anche gli occhi di un giardiniere esperto sanno riconoscere lo stato di salute di una pianta, o il grado di secchezza della terra. Ma qui stiamo parlando della gestione di vaste aree di verde pubblico, come lo può essere un parco naturale, oppure il parco cittadino di una metropoli come Milano».

Dal 2003 R3 GIS realizza soluzioni web per la gestione dei dati territoriali. L’esperienza maturata negli anni grazie al contatto diretto con gli utilizzatori finali degli applicativi, la continua formazione del personale e la partecipazione ad eventi internazionali del settore GIS hanno portato a ideare prodotti flessibili, semplici ed estremamente efficaci. L’azienda affermata come fornitore affidabile e competente.