Imprese

16 luglio 2018Enrico Albertini

Frener & Reifer, un sogno futuristico per la casa tedesca delle stelle

A Monaco l'azienda altoatesina realizza la copertura del planetario più grande della Germania

Uscire a «riveder le stelle» non era poi così difficile per Georg Frener e Franz Reifer quando nel 1974, in una stalla di Bressanone, fondarono la loro azienda. Il cielo stellato faceva da sfondo ai loro sogni. Chissà se avrebbero mai pensato di realizzare, 34 anni dopo, la copertura del più grande planetario a 360 gradi della Germania. La Frener & Reifer, come vi abbiamo raccontato, è diventata un’azienda che realizza facciate e copertura di fama internazionale, lavorando con i maggiori architetti del settore.

Così ora a Garching, un sobborgo di Monaco di Baviera, le stelle si possono toccare. Eso Supernova, il centro astronomico all’avanguardia inaugurato lo scorso aprile, ospita non solo il più grande planetario a 360° della Germania, ma anche una mostra interattiva che potrà essere visitata gratuitamente per tutto il 2018. La forma futuristica dell’edificio, ispirata a una coppia di stelle binarie, lascia intuire quanto di straordinario si cela all’interno. Il progetto architettonico è firmato dallo studio Bernhardt + Partner di Darmstadt, mentre lo spettacolare involucro esterno in pannelli di alluminio curvati con cupola stellata da 233 metri quadri è stato progettato, realizzato e messo in opera dalla Frener & Reifer, ditta altoatesina specializzata in facciate.

Il modernissimo Planetario e Centro Visite Supernova nasce nellla sede dell’Eso (European Southern Observatory) ed è stato realizzato anche grazie al sostegno della Fondazione Klaus Tschira, mossa da una duplice missione: da un lato quella di avvicinare al pubblico l’universo rendendolo tangibile con un’esperienza coinvolgente, dall’altro quella di promuovere l’attività e le conquiste in ambito scientifico dell’Eso. Nasce così l’idea di un edificio in grado dare forma al concetto astronomico tanto dal punto di vista architettonico quanto da quello contenutistico. Gli architetti di Bernhardt + Partner Design hanno sviluppato questa idea con un edificio in due parti, ispirato all’esplosione di una supernova, in cui la massa di una stella viene trasferita all’altra. E proprio come una supernova, il centro astronomico è destinato a risplendere attirando l’attenzione di numerosi visitatori.

Dall’Investcorp Building di Oxford (Uk) disegnato da Zaha Hadid, alle Terme di Merano di Matteo Thun, al Padiglione della Foundation Foster di Madrid e alla Chiesa del Giubileo “Dives in Misericordia” di Roma, opera dello studio newyorkese Richard Meyer & Partners, i lavori di altissima qualità dell’azienda di Bressanone sono davvero molti. Fra gli ultimi la realizzazione dell’auditorium della sede Apple di Cupertino. A Londra il rivestimento del Sainsbury Wellcome Centre ha vinto il British Construction Industry Award, il più prestigioso premio dell’industria edile britannica, e due Leaf Awards nella categoria Overall Winner 2016 e Best Facade Design Engineering 2016. A Parigi, invece, l'azienda ha vinto la medaglia d’argento che rappresenta il massimo riconoscimento per la categoria “imprese” dell’Académie d’Architecture francese grazie al rivestimento della Fondation Jérôme Seydoux-Pathé.